NAPOLI, CAOS-CONDONO PER LE MULTE – L’AIDACON METTE A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI I PROPRI CONSULENTI LEGALI –

equitaliaSul caso caos- condono delle multe interviene l’Aidacon, Associazione Italiana per la Difesa dell’Ambiente e dei Consumatori , la quale denuncia l’inqualificabile comportamento della società di riscossione che ha provveduto a notificare migliaia di comunicazioni per la definizione agevolata dei debiti nei confronti del Comune di Napoli per le multe ricevute in violazione del codice della strada fino al 31 dicembre del 2004.
“Non si può agire in questo modo, spiega l’Avv. Carlo Claps, Segretario dell’Aidacon, le nostre sedi sono state prese d’assalto, centinaia di persone hanno richiesto il nostro aiuto per la verifica degli avvisi ricevuti dall’Equitalia, per capire se quelle multe dovevano essere pagate o meno e se era possibile rinviare la prima rata del pagamento. Dalle prime verifiche si è subito evidenziato che in moltissime casi le cartelle esattoriali erano prescritte o che avverso di esse erano già stai proposti dei ricorsi, poi accolti dai Giudici di Pace. Purtroppo, molti cittadini non hanno avuto il tempo di verificare la propria posizione debitoria. Infatti, l’Equitalia Polis S.p.A., nonostante il Comune di Napoli già dal mese di febbraio di quest’anno avesse deliberato di aderire al condono, ha notificato gli avvisi solo in questi giorni, concedendo ai cittadini di pagare la prima rata entro il 15.07.2010 !! Naturalmente ci siamo attivati per richiedere una proroga dei termini di pagamento, affinchè i contribuenti possano avere il tempo di esaminare la propria presunta posizione debitoria e di decidere il da farsi.
Nel contempo l’Associazione mette a disposizione i propri legali per l’esame della documentazione dei singoli contribuenti. A tal uopo è possibile contattare l’Aidacon via mail: [email protected] o telefonicamente al n° 081.66.31.82.

Call Now ButtonCHIAMA ORA

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.