PARTE LA PETIZIONE PER OTTENERE IL RIPRISTINO E/O LA RICOSTRUZIONE DELLO STADIO SAN PAOLO E DI TUTTE LE STRUTTURE SPORTIVE PIÙ IMPORTANTI DELLA CITTÀ.

calcio napoliFino a qualche giorno fa ci speravamo un po’ tutti, il ripristino del San Paolo sembrava vicino. Bellissimo il progetto che aveva incantato l’Europa ritenuto, a giusta ragione, un modello per il futuro del calcio. Tra i principali interventi previsti vi erano la realizzazione di nuova copertura con impianto fotovoltaico integrato, eliminazione della pista di atletica, risagomatura e rifacimento degli spalti dell’anello inferiore al fine di migliorare la visibilità, realizzazione di aree ospitalità esterne e.c.c. Purtroppo, dopo l’ufficializzazione della notizia dell’assegnazione del Campionato Europeo 2016 ai nostri “cugini” francesi, il progetto del nuovo San Paolo sembra essere oramai solo un bel sogno…tutto è stato riposto in un cassetto, in attesa di chissà quali nuovi impulsi. Lo Stadio San Paolo non può continuare a versare in questo stato, senza un adeguato sistema di sicurezza, una idonea copertura, una decente tribuna stampa, ove al momento non è assolutamente possibile lavorare, senza adeguati servizi igienici, senza un tabellone elettronico informativo ed altro..
Purtroppo, però, a Napoli, per quanto riguarda le strutture sportive, non c’è solo il problema del San Paolo. La maggior parte degli impianti versano in uno stato di abbandono. L’esempio più eclatante è rappresentato dal “Mario Argento”, il quale più che essere un palazzetto dello sport è un edificio in rovina posta nel bel mezzo della città. L’ultima partita di basket giocata in questa struttura risale ormai al lontano 1998. Da allora non si è giocato più in quel palazzetto, con grande delusione per gli appassionati e di tutti quei giovani che frequentavano la struttura per esercitare il giusto diritto allo sport. Anche in questo caso tante promesse mai mantenute. Sono passati più di dodici anni e siamo ancora al punto di partenza…
Ma non è tutto. Nella nostra città ci sono strutture sportive come lo Stadio Collana, la Piscina Scandone e tante altre che pur avendo grosse potenzialità, sono utilizzate parzialmente, in quanto inagibili.
Un gruppo di cittadini partenopei, stufi di promesse e sontuosi progetti mai realizzati si è rivolto all’Aidacon ( Associazione Italiana per la Difesa dell’Ambiente e dei Consumatori – www.aidacon.it ), affinchè si attivasse per diffidare le istituzioni ad intraprendere azioni concrete per la risoluzione del problema.Pertanto, l’Aidacon, come precisa l’Avv. Carlo Claps, Segretario dell’Associazione, al fine di tutelare gli interessi di tutti cittadini che hanno diritto a praticare lo sport ed ad usufruire degli impianti, ha deciso di avviare una petizione per sollecitare le Istituzioni affinchè adottino tutte le misure idonee per ripristinare e/o ricostruire le strutture sportive della città, invitando tutti i cittadini a scaricare il modulo di adesione sul proprio sito internet www.aidacon.it, a compilarlo ed ad inviarlo all’indirizzo mail dell’associazione, [email protected], all’indirizzo del Comune di Napoli [email protected] , agli indirizzi di posta elettronica delle redazioni di tutte le emittenti radiofoniche e televisive della città, nonché alle testate giornalistiche.
Inoltre, i legali dell’Aidacon invieranno una lettera di diffida ad adempiere al Sindaco di Napoli, all’Assessore allo Sport del Comune di Napoli, al Presidente della Regione Campania ed a tutte le Autorità competenti in materia. A tal proposito è necessario evidenziare che il Regolamento Comunale sugli impianti sportivi recita: “Gli Impianti Sportivi del Comune di Napoli sono destinati all’uso pubblico per la diffusione e la pratica dello sport inteso nelle sue forme educative, ricreative, addestrative ed agonistiche ed, in alternativa, per manifestazioni non sportive.. L’utilizzo degli impianti sportivi comunali è prioritariamente rivolto a soddisfare gli interessi generali della città”…

Scarica Il Modulo Per La Petizione Cliccando Qui

Call Now ButtonCHIAMA ORA