L’ANTITRUST DICE NO AI RIMBORSI TRAMITE VOUCHER. ESULTA L’AIDACON

Ecco, ci siamo, tuona l’Avv. Carlo Claps, Presidente Aidacon Consumatori, l’articolo 88bis –  introdotto  in sede di conversione in legge del decreto Cura Italia, cha aveva introdotto nel nostro ordinamento, per il periodo di emergenza, la possibilità per gli operatori turistici, in caso di annullamento del viaggio  a causa del coronavirus, di rimborsare il consumatore mediante emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione, senza dare la possibilità al viaggiatore di ottenere il rimborso in denaro – è illegittimo.

Infatti, dopo l’intervento della Commissione Europea che aveva minacciato  di avviare  una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia, se non avesse provveduto a modificare la ingiusta norma, è intervenuta  l’Antitrust, che ha bocciato la predetta norma.  L’Autorita ha infatti pubblicato una segnalazione, nei confronti di Parlamento e Governo nella quale boccia l’articolo 88 bis della legge 27 del 2020.

Questo è il colpo del kappaò, precisa l’Avv. Carlo Claps, ora aspettiamo che il Governo intervenga, rimediando alla grave ingiustizia commessa.

Nel contempo, l’Aidacon non si fermerà e continuerà a difendere i turisti danneggiati, continuando ad invitare gli operatori turistici, in caso di annullamento dei viaggi,  a provvedere al rimborso in denaro.

A tal uopo, si invitano tutti i consumatori danneggiati ad inviare le proprie segnalazioni all’indirizzo e-mail:  [email protected] o inviando un messaggio WhatsApp al n. 3892562482.

Call Now ButtonCHIAMA ORA