NASCE IL COMITATO ITALIANO PER LA DIFESA DEI TIFOSI E SPORTIVI – ADERISCI

Parte da Napoli, su iniziativa degli associati dell’Aidacon Consumatori – Associazione Italiana per la Difesa dell’Ambiente e dei Consumatori – la battaglia dei tifosi, contro le truffe subite a seguito di attività illecite commesse ai loro danni. Numerose sono state già le adesioni da parte di comitati costituiti in tutta Italia.

difesa tifosi
Infatti, spiega l’Avv. Carlo Claps, Presidente Aidacon, a seguito dei numerosi scandali “sportivi” come quello del calcio scommesse e del sempre più frequente fenomeno del doping, è nato il primo Comitato Italiano di Difesa dei Tifosi, denominato CIDT, che ha quale scopo principale quello di tutelare il diritto dei tifosi, sia quali piccoli azionisti di società sportive, sia quali consumatori e utenti di spettacoli sportivi, ma anche gli scommettitori.
I tifosi, gli sportivi, che desiderano godere dello spettacolo sport e che spesso soffrono per le sorti dei propri atleti preferiti o delle loro squadre del cuore, sono stufi di essere presi in giro e di sentirsi truffati.
Evidentemente non possono più fidarsi solo delle Istituzioni Sportive preposte alla vigilanza e alla repressione di tali attività illecite, che oramai sono dilaganti. Purtroppo, prevalgono solo gli interessi economici a danno degli ignari tifosi.
DOPING
In alcuni sport, come il ciclismo, seguito da milioni di appassionati, feriti e delusi, si organizzano competizioni farsa, dove gli atleti sono in gran parte dopati. Notissimi alle cronache, gli scandali doping che hanno coinvolto anche atleti italiani, come nel caso di Cipollini, nella cd Operacion Puerto, e dello scandaloso traffico di sangue organizzato dal dottor Fuentes e dall’ematologo Batres. Ma negli ultimi anni sono stati tantissimi i ciclisti tirati in ballo come ad esempio: Alberto Contador , Riccardo Riccò, Tyler Hamilton, Steven Rooks, Alejandro Valverde ,Djamolidine Abdoujaparov, Igor Astarloa, Ivan Basso, Joseba Beloki, Evgenij Berzin, Oscar Camenzind, Danilo Di Luca, Giorgio Furlan, Stefano Garzelli, Walter Godefroot, Aitor Gonzalez, Tyler Hamilton, Roberto Heras, Floyd Landis, Johan Museeuw , Marco Pantani, Alessandro Petacchi , Davide Rebellin , Riccardo Riccò, Bjarne Riis, Steven Rooks , Michele Scarponi, Tom Simpson, Jan Ullrich, Alejandro Valverde, Aleksandr Vinokurov e naturalmente ARMSTRONG, VINCITORE DI SETTE TOUR DE FRANCE !!!
Il doping rappresenta la più grave minaccia per lo sviluppo delle attività sportive poiché stravolge i risultati delle competizioni, mette in serio pericolo la salute dell’atleta e deteriora in modo spesso irreversibile la stessa immagine dello sport.
CALCIOSCOMMESSE – CALCIOPOLI
Per quanto riguarda lo scandalo calcioscommesse, è necessario evidenziare che il fenomeno illecito è dilagante in tutto il mondo, con una miriade di sportivi truffati.
In sostanza, in tutto il mondo e, naturalmente, in Italia, alcuni soggetti, calciatori, ma non solo, al fine di modificare l’esito di alcune partite, hanno posto in essere una serie di comportamenti diretti alla falsificazione della competizione sportiva. In alcuni casi, si ritiene che dei soggetti abbiano costituito una organizzazione criminale – associazione a delinquere – finalizzata all’ alterazione dei risultati sportivi di partite di campionati professionistici.
In questo modo, è evidente che, milioni di tifosi sono stati truffati, derubati. Infatti, molti di essi lamentano di aver sborsato centinaia di euro presso le ricevitorie delle agenzie per le scommesse sportive, scoprendo poi, di aver puntato inutilmente su alcune squadre e/o risultati, presumibilmente alterati.
Per non parlare degli abbonati alle Tv a pagamento, i quali hanno stipulato contratti di abbonamento per godersi le partite delle proprie squadre del cuore ed in generale delle partite di calcio dei campionati di Serie “A” e “B” e Lega Pro, per poi accorgersi di aver assistito solo ad una farsa !!
Naturalmente, non dimentichiamo il famoso scandalo “Calciopoli”, dove una vera e propria “Associazione a delinquere” condizionava i risultati sportivi a vantaggio di alcune società…
In un certo senso, tale fenomeno potrebbe essere ancora in uso…ed in ogni caso il condizionamento dei risultati voluto dal cd “Potere”, non è poi un fenomeno immaginario. Chi non ricorda le intercettazioni a carico di Lotito, figura di vertice assoluto, nel mondo del calcio, con il dirigente dell’Ischia Calcio e le sue dichiarazioni chiaramente lesive per le piccole società di calcio, nel caso di specie del Carpi e dei propri tifosi?
LE INIZIATIVE CDT AIDACON
In primo luogo, il Comitato Italiano di Difesa dei Tifosi si costituirà parte civile in tutti i processi in cui si indagherà per reati sportivi.
Successivamente, spiega ancora l’Avv. Carlo Claps, verrà indetta un’azione collettiva per ottenere il risarcimento di tutti i danni, anche quelli morali, subiti dai tifosi/sportivi, contro i responsabili, una volta accertati dall’inchiesta dei magistrati. La class action è il procedimento disciplinato dall’art. 140-bis del Codice del consumo (d.lgs. 206 del 2005), che può essere attivato da ciascun soggetto danneggiato, anche mediante associazioni cui dà mandato o comitati cui partecipa. Le associazioni dei consumatori (e i comitati dei cittadini stessi) possono pertanto costituirsi parte civile in caso di rinvio a giudizio dei presunti responsabili e chiedere alla magistratura di valutare le richieste di rimborso delle scommesse perse.
In secondo luogo, il Comitato presenterà formale richiesta alla FIGC, affinchè si si adoperi per l’introduzione della tecnologia in campo ( ad esempio moviola in campo), diminuendo, in tal modo, la possibilità, da parte di “fattori esterni” di poter condizionare le partite, ledendo l’interesse dei tifosi.
Ma non è tutto. Infatti, il Comitato vigilerà anche sulla idoneità delle strutture sportive. Nel nostro Paese ci sono diversi impianti sportivi non a norma, tutto ciò mette in serio pericolo la sicurezza dei tifosi. In particolare, per quanto riguarda il gioco del calcio che attira, ogni domenica, migliaia di tifosi allo stadio. Pertanto, il Comitato, su segnalazione dei propri aderenti o, in generale, degli sportivi, metterà in mora le società sportive perché si adoperino per mettere in sicurezza gli impianti, nonché per offrano un servizio decente a chi acquista biglietti, talvolta molto costosi, per andare a vedere una partita.
Infine, ritenuti lesi i principi di lealtà, di onestà, del fair play, di solidarietà, dello spirito di amicizia, nonché vista la grande importanza che lo sport ha nella nostra società, oltre al suo fondamentale ruolo sociale, il Comitato organizzerà, delle iniziative sociali, ad esempio, invitando atleti come Armstrong o Alex Schwazer, per la costituzione associazioni sportive, favorendo l’iscrizione di ragazzi disagiati, dando la possibilità, in tal modo, agli ex campioni di ottenere un riscatto sociale, di tornare ad essere d’esempio per tantissimi tifosi che li hanno seguiti in tutto il mondo, nonché di aiutare tanti ragazzi sfortunati.

Call Now ButtonCHIAMA ORA

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.