COMITATI EMERGENZA RIFIUTI

comitatoSono numerosissimi i cittadini che hanno aderito ai comitati per l?emergenza rifiuti in Campania, organizzati dall?Aidacon. In particolare, i gruppi più nutriti sono sorti a Napoli, a Caserta ed a Giugliano in Campania.
I vari comitati, dopo aver eletto un proprio rappresentante si sono organizzati per intraprendere, insieme, diverse battaglie volte, soprattutto ad ottenere la rimozione dei rifiuti che, ormai da mesi, non viene raccolta con regolarità.
Tra l?altro, grazie all?ausilio dei legali dell?Aidacon sono state introitate diverse cause innanzi ai Tribunali, alle Commissioni tributarie ed agli Uffici dei Giudici di Pace competenti, al fine di ottenere sia il risarcimento dei danni alla salute ed i danni esistenziali, sia il rimborso parziale della tassa sui rifiuti solidi urbani.
A tal proposito, è opportuno sottolineare che sono state già da tempo pubblicate le prime sentenze favorevoli all?utenza, tra le tante, vi è quella emessa recentemente dalla Commissione Tributaria, la quale ha accolto la domanda di una azienda di prodotti alimentari, che lamentava la mancata raccolta dei rifiuti innanzi alla propria sede, con gravi danni all?immagine della impresa medesima.
Ma non è tutto. Il Giudice di Pace di Napoli ha condannato il Comune di Napoli ed il Ministero dell?Ambiente al risarcimento di tutti i danni subiti da un cittadino, a causa della mancata raccolta e smaltimento dei rifiuti.Purtroppo la situazione generale, nonostante l?operato dei comitati, resta difficile in tutto il territorio.
Tanto è vero che la prossima settimana ci sarà la riunione dei coordinatori dei comitati per adottare nuove soluzioni o comunque intraprendere iniziative utili per la risoluzione dell?annoso problema dell?immondizia. Tra l?altro, si parlerà di casi particolarmente gravi, come quello relativo alla località di Varcaturo-Lago Patria (Giugliano) dove da giorni,  sono scomparsi addirittura i cassonetti per la raccolta rifiuti. Infatti, in assenza di contenitori  per chilometri, gli abitanti sono costretti, per forza di cose, ad abbandonare i sacchetti per strada, dove capita.
A causa dei suddetti disagi alcuni cittadini hanno provveduto a trasportare la spazzatura a bordo della propria auto per poterla depositare nei contenitori di città limitrofe o addirittura a Napoli !!!I Comitati del posto hanno più volte sollecitato l’amministrazione comunale di Giugliano, a ricollocare i contenitori  per evitare che si formino cumuli di rifiuti in zone non autorizzate con il rischio che qualche incosciente possa appiccare incendi per liberararsene. Ma a tutt’oggi i responsabili dell’Ufficio Ambiente non hanno dato alcun seguito ai reiterati e legittimi reclami dei cittadini, volti a ripristinare, quanto meno  un buon uso degli spazi pubblici per il deposito dei rifiuti.
L?Aidacon ha messo a disposizione i propri responsabili per poter promuovere proteste, che comunque rispettino, un ambiente già flagellato da anni di razzi, o comunque azioni legali che tutelino il diritto alla salute e la dignità dei cittadini campani.
Per aderire ai comitati è possibile telefonare o inviare un fax al n° 081.66.31.82 o scrivere all?indirizzo di posta elettronica [email protected]  o, ancora, visitare il sito internet www.aidacon.it e compilare il modulo adesione comitato rifiuti.La settimana prossima, inoltre, l?Associazione inaugurerà tre nuove sedi a Caserta, nella centralissima Piazza Vanvitelli, a Genova centro ed in Toscana, provincia di Pisa.

Il  Segretario
Avv. Carlo Claps

Call Now ButtonCHIAMA ORA

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.